Daniel Speck presenta Bella Germania

Due ore fitte e intense di dialogo e di lettura dinanzi a un pubblico eterogeneo per composizione (tanti tedeschi quanti italiani), ma estremamente compatto nell’attenzione e nella concentrazione dimostrate. L’incontro con Daniel Speck, autore tedesco del bestseller “Bella Germania”, che si è svolto lo scorso 30 giugno nella Zentralbibliothek di Düsseldorf, è stato un piccolo-grande successo.

Nonostante si trattasse della nostra prima Lesung con un autore tedesco, la serata si è svolta nel segno della tradizione di Italia Altrove: i momenti di lettura si sono alternati a una piacevole chiacchierata, durante la quale Daniel Speck ha brillato per la sua simpatia, per le sue capacità interpretative, ma anche per l’ottima conoscenza dell’italiano.

Insieme a lui e al suo romanzo abbiamo ricordato quanto fosse diversa da oggi la Germania che negli anni ’50 ospitò - talvolta con malcelata ostilità - i primi Gastarbeiter italiani; abbiamo ripercorso le tappe del cambiamento nel rapporto tra tedeschi e italiani; abbiamo sorriso nell’ascoltare le sue divertenti dissertazioni sulle espressioni nell’una e nell’altra lingua; abbiamo aggrottato la fronte calandoci nel dolore di Vincenzo, quel figlio di emigranti, il cui disagio per essere “altro” in un altrove a lui sconosciuto tanti di noi ben conoscono.

La chiacchierata è stata animata anche dalle diverse domande che il pubblico in sala ha voluto porre all’autore, alle quali Daniel Speck ha risposto alternando fluentemente l’italiano al tedesco.

Speriamo di poterlo riavere presto come nostro ospite, magari quando uscirà la traduzione italiana di “Bella Germania”, prevista per la primavera del 2018.

Per leggere l'articolo sulla serata pubblicato dalla Rheinische Post il 1° luglio 2017 clicca qui